News

Scuole verso la riapertura


Il Vademecum da seguire

Image

Come sarà il rientro a scuola? 

Di sicuro durante questo anno scolastico dobbiamo dimenticare la vecchia normalità e costruirne una nuova tutti insieme, dove affiancare alla migliore istruzione professionale possibile, una ripartenza all’insegna della sicurezza e della responsabilità. Un impegno che prevede un coinvolgimento collettivo da parte di tutti, del personale scolastico, delle famiglie e soprattutto degli studenti, che non dovranno semplicemente rispettare nuove regole, ma saranno chiamati a modificare alcune abitudini.

Per rendere le nostre scuole sicure e accessibili a tutti, abbiamo identificato un processo di semplificazione delle attività in modo da non stravolgere l’iter ordinario delle lezioni, nel rispetto del distanziamento sociale e delle nuove normative imposte dall’emergenza sanitaria in corso.
Questo significa che la ripartenza sarà attuata nel rispetto delle normali attività scolastiche, nel consueto orario, con una fruizione delle lezioni in aula nelle solite classi.
Gli spazi delle nostre aule sono stati rimodulati e adattati alle prescrizioni governative e sono idonei per mantenere le vigenti regole di distanziamento.
Cambiano tuttavia alcune procedure organizzative che in linea generale possiamo sintetizzare come segue.

 

Ecco cosa abbiamo fatto per la nostra sicurezza

In linea con le esigenze delle singole Scuole ENGIM, le nuove regole sono state adattate per garantire la normalità delle lezioni in aula. La didattica/formazione a distanza (FAD) potrà essere attivata, solo se necessario, secondo l’evoluzione dell’emergenza in corso e delle direttive ministeriali.

Percorsi differenziati di ingresso ed uscita

Per evitare gli assembramenti sono stati individuati percorsi differenti in entrata e in uscita dagli Istituti/Scuole resi evidenti da un’apposita segnaletica.
Tutte le lezioni inizieranno al consueto orario.


Riorganizzazione delle aule

Le aule sono già pronte per accogliere i nostri ragazzi: gli spazi sono già stati allestiti e opportunamente sanificati in conformità con le direttive del Ministero (MIUR) e della Regione Veneto.
In ENGIM gli spazi sono idonei a mantenere il distanziamento obbligatorio, con la prescrizione di indossare la mascherina chirurgica o di “comunità” quando le condizioni all’interno dell’aula la rendessero necessaria (condizioni di dinamicità).
Gel disinfettante per le mani saranno sempre disponibili all’interno degli Istituti/Scuole e in ogni aula, nelle sale insegnati e negli uffici amministrativi.

L’uso della mascherina

L’uso corretto della mascherina chirurgica resta tuttavia obbligatorio sempre durante gli spostamenti, quando non è possibile mantenere le distanze di almeno 1 metro dai propri formatori, compagni, amici e colleghi, come per esempio durante gli spostamenti verso palestre e laboratori, entrate e uscite da scuola, momenti ricreativi.
L’uso della mascherina chirurgica è obbligatoria durante le attività di laboratorio: la stessa sarà fornita dalla Scuola.

I laboratori

Anche i laboratori non subiranno modifiche al tradizionale iter didattico.
Un’attenzione maggiore sarà posta alla sanificazione degli spazi e delle attrezzature da parte del personale.

Le attività integrative

Le attività integrative riprenderanno nei tempi e nei modi individuati dalla Regione Veneto. La normativa tuttavia è in continuo aggiornamento: per questo motivo i ragazzi e le loro famiglie saranno debitamente informati in base alle eventuali evoluzioni.

Igienizzazione di aule, laboratori e palestre

In tutte le scuole il piano di pulizia e igienizzazione degli ambienti è stato intensificato come da disposizioni.
Nel caso di personale ausiliario interno, le pulizie saranno svolte in piccoli gruppi omogenei, così da prevenire possibili contagi generali, assicurando la continuità nello svolgimento del servizio anche se si dovessero manifestare criticità.

Distributori automatici, merende e ricreazione

In questa prima fase di ripartenza tutti i distributori automatici saranno sospesi (disattivati) per evitare il rischio di assembramenti non controllabili. 
I ragazzi potranno portare la merenda da casa e i momenti di ricreazione saranno da svolgere in classe o scaglionati in momenti diversi.

 

L’indispensabile contributo delle famiglie

Il nostro impegno ha bisogno del fondamentale contributo delle famiglie, per permettere di rendere ogni scuola un posto sicuro e sano.

La misurazione della temperatura

Saranno le famiglie a doversi impegnare a misurare la temperatura e a non mandare a scuola i figli in caso di sintomatologia respiratoria o di temperatura corporea superiore ai 37.5 gradi.
La scuola rileva, attraverso il personale docente e non docente, la temperatura corporea agli allievi e a tutte le persone prima dell’entrata a scuola e quando si presentassero situazioni fisiche riferibili ai sintomi del COVID-19. Nella rilevazione della temperatura corporea, saranno garantite tutte le procedure di sicurezza ed organizzative al fine di proteggere i dati personali raccolti secondo la normativa vigente.
Nel caso di sintomi riferibili al COVID, allievi e genitori dovranno informare il Referente Covid che avviserà subito la squadra di primo soccorso per gestire questo tipo di problematiche all’interno dell’Istituto.
Sarà compito dei genitori informare il pediatra o il medico di base affinché accerti la malattia.
Anche in caso di assenze per motivi di salute non riferibili al Covid, sarà necessario informare la scuola e portare il certificato medico dopo i 5 giorni di assenza.

 

Ragazzi il vostro contributo è fondamentale

Rispettare regole rigide è sempre difficile e per i giovani potrebbe esserlo ancora di più.
Ma se c’è una cosa a cui i nostri ragazzi non possono rinunciare è l’amicizia verso i propri compagni.
Come educatori il nostro compito non è di far rispettare le regole, ma di siglare un patto di corresponsabilità con i nostri ragazzi, educandoli al rispetto della salute del prossimo.
Quel prossimo a loro caro, proprio come lo sono gli amici, i genitori, i nonni, i soggetti più a rischio.
Solo attraverso una corretta educazione al rispetto del prossimo possiamo stimolare comportamenti adeguati al contenimento del contagio, anche nei momenti in cui i ragazzi sono lasciati soli, come ad esempio durante il tragitto casa/scuola.
Noi ci impegneremo a dedicare il primo giorno di scuola alla formazione sulle “buone regole di comportamento”, ripetendo ogni giorno le raccomandazioni igienico-sanitarie, rendendo questo spazio non solo un momento formativo, ma una palestra di stimoli e confronto, in cui far emergere i sentimenti dei nostri ragazzi, privati all’improvviso di un po’ della loro libertà.


Come gestire l’emergenza in classe?

Tutti i nostri docenti hanno eseguito un corso di aggiornamento e formazione per gestire eventuali criticità che potrebbero presentarsi in aula, durante l’ordinario svolgimento delle lezioni.

In caso di soggetti con sospetto contagio

Nell’ipotesi in cui un alunno, in salute al mattino, accusi nel corso della lezione sintomi sospetti, è necessario avvisare immediatamente il Direttore di sede e il Responsabile Covid che allerterà immediatamente la squadra di primo soccorso. All’interno di ogni Istituto/Scuola è predisposto un locale in cui far sostare casi sintomatici o sospetti.
Sarà questo il luogo in cui attivare il protocollo di sicurezza di ENGIM VENETO  in linea con le direttive dell’Istituto Superiore di Sanità.

 

Il Referente Covid nelle scuole: chi è e cosa fa?

All’interno di ogni scuola è stato nominato un Referente COVID che ha seguito un corso di formazione di 9 ore con l’Istituto Superiore di Sanità Questa figura è il referente per tutte le esigenze legate alla gestione del virus all’interno della scuola.
Si tratta di una persona preparata e adeguatamente formata per individuare e controllare che tutte le misure anti-contagio siano rispettate in maniera ottimale.
Rientra nelle sue mansioni, inoltre, la promozione delle azioni di informazione al personale e alle famiglie, il ricevere segnalazioni nel caso in cui risultassero contatti stretti con un caso di Covid e trasmetterle alle ULSS competente e infine organizzare un sistema di sorveglianza e aiuto per gli alunni con fragilità, dalle disabilità alle malattie croniche.
E’ il punto di incontro tra ciò che succede nelle aule e le famiglie dei ragazzi.
Sarà lui infatti ad informare le famiglie nel caso di sintomatologie e ad allertare la squadra di primo soccorso per accompagnare l’alunno che presenta sintomi in un locale separato in attesa della valutazione clinica.
La valutazione sarà effettuata dal pediatra o dal medico di famiglia, contattato direttamente dai genitori, che farà richiesta al Dipartimento di Prevenzione dell’USSL del tampone diagnostico.

Nel caso di un contagio all’interno dell’istituto, il Referente  Covid informerà tutti i contatti del paziente affinché possano essere predisposte le misure di sicurezza. 
Seguendo i protocolli, attiverà tutte le procedure per la sanificazione straordinaria di tutti gli ambienti della scuola dove hanno soggiornato le persone risultate positive.

 

Chi contattare in caso di dubbi?

Per maggiori informazioni e richieste è necessario contattare il Referente Covid che sarà comunicato a tutti i ragazzi e le loro famiglie all’inizio delle lezioni.

 

To do list per i genitori

  • - Misurare la temperatura ogni giorno.
  • - In presenza di sintomi (febbre superiore a 37,5°, tosse, mal di gola, attrazione del gusto o dell’olfatto, difficoltà respiratorie, diarrea, nausea, vomito, congiuntivite, cefalea, mialgia) è bene tenere i figli a casa
  • - In presenza di sintomi si contatta il pediatra o il medico di base che valuterà il caso o la necessità di analisi
  • - In presenza di sintomi si contatta la scuola
  • - Porre attenzione all’igiene personale dei ragazzi
  • - Comunicare eventuali nuovi recapiti telefonici per poter essere sempre contattato dalla scuola
  • - Compilare l’autocertificazione in caso di assenza per salute non riconducibile al Covid

Le 5 regole per il rientro a scuola in sicurezza

  • 1- Se hai sintomi di infezioni respiratorie acute (febbre, tosse, raffreddore) parlane subito con i genitori e NON venire a scuola.
  • 2- Quando sei a scuola indossa una mascherina chirurgica o di “comunità”, per la protezione del naso e della bocca.
  • 3- Segui le indicazioni degli insegnanti e rispetta la segnaletica.
  • 4- Mantieni sempre la distanza di 1 metro, evita gli assembramenti (soprattutto in entrata e uscita) e il contatto fisico con i compagni.
  • 5- Lava frequentemente le mani o usa gli appositi dispenser per tenerle pulite; evita di toccarti il viso e la mascherina.

 

Le linee guida della Regione

 

 

  • Image

    Talks degli studenti sulla sostenibilità

    Nella scuola ENGIM Veneto sede Verona Chievo, dove da tempo si lavora per diventare “Scuola sostenibile” la giornata della terra si celebra con una iniziativa organizzata dagli studenti per gli studenti. Far parlare i giovani sui temi della sostenibilità, coinvolgerli nella ricerca di soluzioni e proposte per responsabilizzarli e dar loro voce è doveroso se vogliamo cambiare in meglio il nostro futuro. Conferenza-dibattito su: SOSTENIBILITÀ A 360° a cura degli studenti delle classi terze ENGIM Veneto sede Verona Chievo 22 aprile 2022  Interventi e approfondimenti su: Smart cities  Cambiamenti climatici  Energie alternative  Utilizzo corretto dell'acqua Impianti di desalinizzazione  Economie circolari Efficienza dei trasporti  Nuove tecnologie in agricoltura ed edilizia sostenibili  Tecniche di rimozione di CO2  Deforestazione, rimboschimento e cementificazione del suolo  Lo scopo è di sensibilizzare i compagni e i partecipanti alla conferenza su azioni concrete e attuabili per ottimizzare l'uso dell'acqua, utilizzare fonti rinnovabili,  progettare città sostenibili, pensare a come riutilizzare gli oggetti e a non considerarli, una volta utilizzati solo come rifiuti e ancora a pensare che gli alberi che ci circondano sono fondamentali perchè contribuiscono a garantire una buona qualità dell'aria che respiriamo ...  I gruppi di studenti presenteranno le loro proposte durante la mattinata a scuola. La miglior proposta verrà scelta da una giuria e sottoposta alla Direzione ENGIM. Vi terremo aggiornati sull'esito dei dibattiti.    

    Continua a leggere
  • Image

    Vivi la tua esperienza all'estero!

    Un progetto di mobilità professionalizzante con destinazioni in diversi paesi europei tra cui Spagna, Germania, Irlanda e Croazia. Un'opportunità che coinvolge oltre 100 studenti che frequentano i nostri percorsi di formazione professionale della durata triennale o quadriennale nelle 12 scuole ENGIM sul territorio Veneto e si articola in 4 settimane all’estero ospiti in famiglie o in strutture ricettive apposite. Come si svolge la permanenza all'estero: Durante la permanenza all’estero gli studenti svolgeranno un tirocinio di un mese in aziende straniere che permetterà loro di confrontarsi con il lavoro in un contesto diverso da quello italiano familiarizzando con la cultura e l'organizzazione locale. L'inserimento nelle famiglie host e le numerose attività di socializzazione previste durante il soggiorno, saranno preziosi per rafforzare le loro competenze linguistiche, di autonomia e relazionali. Durante la loro permanenza gli studenti saranno seguiti da due tutor: un insegnante di ENGIM Veneto e un tutor locale così da avere un riferimento sicuro per ogni esigenza e necessità. Una travolgente ondata di fiducia e di autostima che i ragazzi si guadagnano attraverso un bagaglio di competenze trasversali, come le capacità di problem solving, il pensiero creativo, il lavoro di gruppo, la condivisione... che contribuiranno a plasmare e rinforzare il loro carattere facilitando così la transizione dal mondo della scuola a quello del lavoro. Sono compresi e offerti gratuitamente ai partecipanti: preparazione pedagogica e logistica nella tua scuola; 4 settimane di tirocinio in aziende nel paese di destinazione; alloggio presso famiglie ospitanti o nelle residenze studentesche; vitto, abbonamento trasporti locali, assicurazione responsabilità civile e infortuni sul lavoro; supporto da parte di un tutor ENGIM Veneto che sarà in viaggio con gli studenti e assistenza di un operatore dedicato nel paese ospitante; viaggio A/R   Che cosa ricevono gli studenti al rientro:  certificazione e valutazione delle competenze tecnico professionali acquisite Europass “Curriculum Vitae” certificazione Europass Mobilità eventuali lettere di referenza e/o certificati rilasciati delle aziende estere.   QUI per saperne di più sui progetti di MOBILITA' INTERNAZIONALE ENGIM

    Continua a leggere
  • Image

    Vivi un'esperienza all'estero con ERASMUS

    ENGIM Veneto, promuove e sostiene la mobilità professionalizzante all’estero per i propri studenti. Sono 116 infatti gli studenti ENGIM Veneto che quest’anno avranno l’opportunità di vivere la loro esperienza di studiare e lavorare all’estero. Un tirocinio gratuito di un mese in Spagna, Germania e Irlanda per rafforzare le proprie competenze linguistiche ma soprattutto quelle professionali e personali. Una sferzata di fiducia e di autostima che si guadagna con un’esperienza di questo tipo utile per tutta la vita. Dalla sede ENGIM Veneto di Tonezza 6 studenti partiranno per la Spagna diretti a Valencia per uno stage nel settore della ristorazione e agroalimentare! Un’ottima esperienza considerata la bontà e le prelibatezze spagnole con cui i ragazzi potranno cimentarsi. La loro permanenza in  Spagna sarà di un mese e coinvolge gli studenti del secondo e terzo anno del settore cucina, sala e bar. Gli studenti saranno ospitati in famiglia e seguiti passo passo da un tutor ENGIM Veneto e uno locale così da avere tutto sotto controllo!   Cosa offre il progetto: preparazione pedagogica e logistica nella tua scuola; 4 settimane di tirocinio in aziende nel paese di destinazione; alloggio presso famiglie ospitanti o nelle residenze studentesche; vitto, abbonamento trasporti locali, assicurazione responsabilità civile e infortuni sul lavoro; supporto da parte di un tutor ENGIM Veneto che sarà in viaggio con gli studenti e assistenza di un operatore dedicato nel paese ospitante; viaggio A/R   Scopri di più sul progetto

    Continua a leggere
  • Image

    Corso per lavorare nel settore VINO

    Hai dai 18 ai 29 anni e vuoi LAVORARE nel settore vitivinicolo? Ecco Tanti buoni motivi per INIZIARE il tuo viaggio ora. ENGIM Veneto ti offre un percorso di formazione gratuto in collaborazione con Garanzia Giovani, che ti darà la possibilità sia di lavorare come dipendente, sia di realizzare il tuo sogno di avviare un'attività.  Se vuoi entrare in azienda al termine della formazione e del tirocinio avrai le porte aperte perché ci sono già molte imprese che ci hanno chiesto persone preparate da inserire. Se invece sogni di aprire una tua attività con ENGIM Veneto e Garanzia Giovani hai gratuitamente la formazione che ti serve per lo sviluppo del business plan sulla tua idea imprenditoriale nel settore vitivinicolo compresa l'assistenza di esperti che ti accompagneranno nell'avvio della tua startup. Soprattutto questo è il momento giusto per accedere alle agevolazioni economiche a disposizione. Frequentando il percorso per l’avvio di startup riceverai anche un contributo fino a 3000 euro a valere sui fondi regionali. Inoltre ci sono fino a 150 milioni di euro in incentivi per giovani e donne che vogliono avviare la loro impresa. Informati per presentare la domanda! Non esitare finalmente si apre un'opportunità per realizzare il tuo sogno. Le iscrizioni scadono a MAGGIO!    

    Continua a leggere
  • Image

    AxL scopri i nuovi percorsi QUALIFICANTI

    I corsi di formazione ENGIM Veneto AxL, sono realizzati per chi è disoccupato e titolare di Assegno per il Lavoro.   Sono percorsi GRATUITI e prevedono attività formative sia a distanza che in presenza. Sono l'ideale per le persone over 30 che cercano lavoro per ricevere: servizi di informazione, orientamento e counseling, un ricco catalogo di percorsi di formazione specialistica tra cui scegliere supporto individuale all’inserimento/reinserimento lavorativo. SCOPRI subito i nuovi corsi, clicca sul link qui  CATALOGO CORSI ENGIM AXL  Trova quelli che fanno per te di mese in mese. In ENGIM Veneto aggiorniamo i percorsi ogni mese. Ecco perchè conviene verificare periodicamente il catalogo, ci sono infatti sempre nuove ed interessanti proposte tra cui puoi scegliere per aggiornare le tue competenze o acquisirne di nuove. Il nostro lavoro è sostenere l'inserimento lavorativo delle persone. Ci teniamo a farlo bene offrendo sia un’opportunità di crescita per entrare in nuovi settori, sia di aggiornamento delle competenze già acquisite in passato. Da qui la scelta di un calendario ampio, sviluppato per permetterti di scegliere tra tanti settori e specializzazioni. Se sei disoccupato e hai più di 30 anni, investire nella tua formazione è il primo passo per renderti più appetibile nel mercato del lavoro. Se non sei già assegnatario di Assegno per il lavoro fai subito domanda. Puoi richiedere l'Assegno per il Lavoro anche con lo SPID. Informati subito su come puoi fare. Non restare ad aspettare ma mettiti subito in moto, ci sono tanti percorsi per riqualificarti, aprirti al mondo del lavoro e trovare il tuo posto ideale.

    Continua a leggere
  • Image

    Opportunità di formazione gratuita per over 30

    Sono diverse le iniziative WORK EXPERIENCE PER L'INGRESSO NELLA PROFESSIONE proposte da ENGIM Veneto e finanziate dalla Regione nell'ambito dei percorsi per il rafforzamento delle competenze e per l’inserimento occupazionale rivolte a persone disoccupate Over 30. Le Work Experience, infatti sono opportunità formative altamente professionalizzanti e gratuite con un'altissima probabilità di inserimento nelle aziende partner che accolgono in tirocinio gli utenti coinvolti. ENGIM Veneto propone infatti: nella sede di Padova due Work Experience per l'ingresso nella professione di: Operatore di carpenteria metallica in ottica lean  Tecnico specializzato nel disegno di prodotto in area meccanica nell’innovazione 4.0. Nella sede di Verona Work Experience per l'ingresso nella professione di Tecnico specializzato dell'arredamento, con competenze nella valorizzazione e nel recupero degli ambienti interni. Trovi Tutte le informazioni nelle schede dei corsi!

    Continua a leggere

Restiamo in contatto

Iscriviti alla newsletter per ricevere tutti gli aggiornamenti di ENGIM Veneto, il punto di incontro tra giovani, adulti e mondo del lavoro

Autorizzo ai sensi del REGOLAMENTO UE 2016/679 E DECRETO LEGISLATIVO N. 101/2018 il trattamento dei dati personali trasmessi. Accetto la Policy Privacy *